Baya Pirata

Questo forum si sta trasferendo,ti consigliamo vivamente di iscriverti su http://bayapirata.altervista.org altrimenti non potrete avere supporto dallo staff,buona navigazione...


    Mount & Blade

    Condividi
    avatar
    Guy Fawkes
    Super Global mod
    Super Global mod

    Numero di messaggi : 1812
    Data d'iscrizione : 17.07.09
    Età : 41
    Località : ................

    Mount & Blade

    Messaggio Da Guy Fawkes il Lun Ott 19, 2009 2:16 pm

    Mount & Blade





    Recensione


    Mount & Blade è il tipico titolo che non ci si attende e che
    stupisce (in bene e in male). L'approccio iniziale è di per sé già
    ambivalente: se prima infatti si osservano gli screenshot disponibili
    in rete si vede un titolo dalla grafica interessante, sebbene non di
    qualità particolarmente alta secondo gli standard odierni, ma
    soprattutto si intravede un gameplay "medioevaleggiante" che nel mondo
    dei videogiochi, in quanto legato ad aspetti storici (e dunque non
    fantasy), non è così comune. Se poi si prova la demo, del tutto
    identica al gioco completo se non per il fatto di avere un numero
    massimo di giorni giocabili, si vede un titolo che pare non avere
    gameplay.

    Al primo avvio il giocatore si trova infatti da solo, in mezzo a un
    mondo di cui non sa nulla e con la sola opzione di andare da qualche
    parte. Dove? Non si sa, perché di fatto manca una qualsivoglia parvenza
    di storia o di background (a parte la scelta del proprio profilo di
    personaggio, che però avrà ripercussioni solo in fase avanzate di
    gioco, e solo in alcuni aspetti). Vien insomma naturale chiedersi: è
    ora?

    Vicino a sé ci sono delle città, dunque non resta che visitarle e
    vedere cosa riserva il gioco. Fatto ingresso in una di esse il
    giocatore non può però che perdurare nel suo essere spaesato. Poche
    opzioni sono infatti a sua disposizione: si possono acquistare armi o
    altri beni, far visita al reggente della città, visitare l'arena dove
    eventualmente combattere (azione sconsigliata all'inizio del gioco) e
    infine entrare nella taverna. Tutto questo, tra l'altro, solo in alcune
    città, mentre nella maggior parte non resterà che far visita al
    reggente.

    A causa della scarsa interattività, il giocatore può cercare conforto
    nelle quest assegnabili dagli NPC, ma anche qui può restare deluso. La
    loro natura è infatti piuttosto banale e generalmente caratterizzate da
    una scarsa variabilità (capiterà spesso di ricevere le stesse identiche
    richieste). Anche i combattimenti non riescono a far risollevare le
    sorti globali, dato che la debolezza iniziale del proprio personaggio
    rende ogni scontro una fuga,

    Stando dunque alle prime impressioni una valutazione pare che non possa
    essere che negativa, ma è proseguendo che si scopre la vera anima di
    Mount & Blade. Acquisendo infatti potere e soldi diventa infatti
    possibile crearsi una prima piccola armata, giusto una manciata di
    uomini, dal basso costo, che ci affianchi nei combattimenti, dandoci
    una mano verso quei gruppi di nemici che prima andavano rifuggiti senza
    indugio. E' in questo momento che il giocatore inizia a studiare il
    campo di battaglia, a iniziare a pensare non solo a menare fendenti
    (azione divertentissima, di per sé, a causa di animazioni ben studiate
    e un'interazione che altri giochi dovrebbero imitare), ma anche a come
    confrontarsi nella maniera più ideale i propri nemici. Appostare su
    un'altura i propri arcieri mandando avanti i cavalieri e tenendo nelle
    retrovie i fanti, oppure mandare avanti quest'ultimi travolgendo dai
    fianchi le armate avversarie con i cavalli... sono tutti volti di
    approcci differenti che si possono pianificare in pochi secondi
    attraverso semplici comandi.

    I reami ove è ambientato Mount & Blade sono fittizi, e
    rappresentano un po' gli stereotipi del medioevale: c'è il reame
    nordico che richiama gli antichi vichinghi, quello nel deserto, quello
    dove i cavalieri sono più forti o dove i fanti sono la principale
    difesa. Ciascuno di essi ha insomma delle differenze tali da renderli
    in qualche modo unici. Il destino del giocatore, in quanto mercenario
    errante, è quello di unirsi a uno di essi, diventandone vassallo e
    quindi reggente di uno o più agglomerati. E qui si scopre l'altro volto
    di Mount & Blade.

    Assediare castelli, difendersi i proprio o quelli dei propri alleati da
    a quelli altrui, sono momenti in cui si respirano sensazioni che ben
    pochi altri giochi hanno saputo comunicare in tal modo. Il tutto con
    centinaia di uomini a schermo, dato che il gioco permette di non
    risparmiare affatto da questo punto di vista (anche se aumentando il
    numero di essi sale la richiesta in termini di hardware).

    Mount & Blade è in altre parole una sandbox, una scatola ovvero
    dove il gioco non è creato dagli autori dello stesso: essi si limitano
    infatti a porre tutto al suo posto e basta, e spetta dunque al
    giocatore creare quel gioco che altrimenti non può esistere, lo stesso
    che (essendo assente per diversi motivi) delude nel primo approccio.
    Sentirsi però parte di un reame, viverne le conquiste e le sconfitte,
    affrontare campi di battaglia di centinaia di uomini, assediare
    castelli unendo le proprie armate a quelle alleate, il tutto con la
    massima libertà di scelta... è qualcosa che una volta definitosi apre
    un panorama che difficilmente si fa dimenticare.

    Non mancano comunque difetti, approccio lento a parte: maggior
    profondità poteva essere data anche nelle fasi avanzate, definendo una
    sandbox più ampia e con maggior interattività nelle città o nei
    confronti degli altri reami dal punto di vista diplomatico (del tutto
    assente). Per fortuna incontro al giocatore vengono diversi mod creati
    dagli utenti, i quali nel tempo hanno espanso questi contenuti dando
    nuova linfa al progetto iniziale. Resta comunque intatto il desiderio
    di vedere qualcosa di ancor più "vivo", magari per futuri episodi.

    Termino con un pezzo tratto da una partita.

    Mi avvio con il mio esercito, 21 uomini, verso una città di un reame
    (non nemico) a fianco del mio per un torneo, quando vedo un messaggio
    che mi avvisa che un castello alleato, che solo poche sere prima avevo
    contribuito a conquistare, è sotto assedio. Decido di non perdermi il
    torneo, ma una volta finito sprono i cavalli per arrivare nei pressi di
    Ribeyet.

    Giunto lì trovo diverse armate nemiche Swadiane, ma riesco ad aggirarle
    e a entrare nel castello, dove decido di stabilirmi insieme alle poche
    unità già presenti, in attesa dell'attacco. Trascorrono solo alcune ore
    (virtuali) e di notte il nemico attacca... con il doppio degli uomini a
    mia disposizione dato che ero l'unico lord a difesa del castello.

    Dopo un combattimento senza quartiere (dove non perdo nessuno dei miei
    uomini, ma svariati di quelli in stazione nel castello), io e miei
    uomini ricacciamo i nemici dalle mura. Fuori è ancora buio, e le armate
    nemiche, ora ridotte di numero, restano comunque accampate nei pressi

    Non appena albeggia vedo avvicinarsi due lord amici, probabilmente
    richiamati anche loro dall'assedio, i quali disperdono del tutto i
    pochi nemici rimasti, e io mi lancio all'inseguimento con loro.

    Dopo due combattimenti in campo aperto, questa volta in netta
    superiorità, un lord nemico diventa mio prigioniero e un altro cade
    nelle mani di un alleato.

    L'armata Swadiana non solo non ha preso il castello, ma ha persino subito una dura sconfitta.

    Voto 8/10

    Fonte:[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


    Screenshots






    Downloads


    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]





    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]




      La data/ora di oggi è Gio Mag 24, 2018 9:38 am